Vertice del centrodestra, Salvini diserta. Fdi: “Ha problemi seri con M5s”


Raccontano di un Matteo Salvini molto irritato per la ‘fuga di notizia’ sul vertice di centrodestra, in programma per oggi, all’ora di pranzo a Milano, con Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni sulle prossime elezioni regionali. Il summit era stato fissato da ieri mattina, tanto che Salvini a ‘Porta a porta’ in serata aveva detto: “Con Berlusconi ci vedremo presto”. Il leader della Lega però, riferiscono, aveva chiesto di tenere riservato l’incontro. Una volta che la notizia è trapelata, Salvini ha deciso di dare forfait per evitare di creare strumentalizzazioni in chiave governo e tensioni politiche con Luigi Di Maio. Il leader del Carroccio ha quindi preferito restare a Milano con i figli Mirta e Federico.

“Ci siamo meravigliati e anche un pò irritati” per questo forfait “all’ultimo momento di Salvini” – dichiara Inazio La Russa, senatore di Fdi, lasciando la palazzina di Via Rovani (residenza milanese di Berlusconi), dove ha incontrato, insieme a Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e Giancarlo Giorgetti. “È chiaro – continua il vicepresidente del Senato – che sta attraversando un momento di grande difficoltà al governo con i cinquestelle. Lo capisco pure, a forza di stare con un piede di qua e uno di là… Però così non va, è un problema suo, non certo nostro. Lo sanno tutti che noi del centrodestra dobbiamo vederci per definire le candidature alle prossime regionali. Non capisco cosa ci sia di tanto riservato in tutto questo…”.

“Capiamo le sue difficoltà, lo ripeto -insiste La Russa- ma questa volta ci sembrava tutto trasparente. Era inevitabile che ci fosse un incontro sulle regionali. Salvini ha preferito non venire, non è certo una questione di offesa personale, è un problema suo di rapporti personali con il M5s ma noi lo abbiamo considerato strano e anche un pò irritante, perché, insisto, è notorio che facciamo le liste di centrodestra, non possiamo nasconderci…”.

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *